TOP ALBERGHI

bad and breckfast pompei hotel firenze hotel lago di garda casa vacanze salento agriturismo frosinone casale umbria hotel maremma toscana hotel dolomiti hotel valle cadore albergo firenze

RECOMMENDED

Abbassare I Prezzi del Gas? Le Dichiarazioni dell’AD di Snam Malacarne

L’AD di Snam, Carlo Malacarne, spiega in un’intervista al "Corriere della Sera", quali siano gli elementi in grado di concorrere positivamente al decremento dei prezzi per l’approvigionamento del gas.

Per tagliare i prezzi del gas non basta costruire i gasdotti. Lo sottolinea l’ad di Snam, Carlo Malacarne, in un’intervista al ‘Corriere della Sera’.

"Il prezzo del gas – spiega – non e’ legato solo alle infrastrutture, ma anche alla diversificazione dell’approvvigionamento. Oggi per il 60% viene importato da Russia e Algeria con contratti take or pay di lungo periodo. Difficile che si crei concorrenza".

Secondo l’ad di Snam "nel medio e lungo termine il Gnl ci potra’ aiutare ad avere fonti competitive con i take or pay ma con le sole infrastrutture non sara’ possibile incidere immediatamente sui prezzi". Un’alternativa, ad esempio, "e’ il collegamento con il Mar Caspio. Di certo il prezzo del gas che verra’ da li’ e’ competitivo".

Malacarne sottolinea come Snam abbia sempre investito nelle infrastrutture: "Non e’ che fino a oggi siamo stati con le mani in mano. Dal 2002, e parlo solo del trasporto, abbiamo investito 7 miliardi di euro e la nostra capacita’ e’ cresciuta del 50%; i costi operativi sono calati del 40%; i volumi sono saliti del 20%. Il tutto mentre la tariffa media e’ scesa del 25%. Non abbiamo mai avuto problemi con i clienti e mai un collo di bottiglia. E se le tariffe non sono aumentate vuol dire che non abbiamo fatto investimenti inutili".

Per maggiori informazioni sulle attività di Snam nel settore energetico, vai sul sito ufficiale dell’azienda all’indirizzo: http://www.snamretegas.it/it/index.html.









No Response to “Abbassare I Prezzi del Gas? Le Dichiarazioni dell’AD di Snam Malacarne” »

No comments yet.

RSS feed for comments on this post. TrackBack URI

Leave a comment

You must be logged in to post a comment.