TOP ALBERGHI

bad and breckfast pompei hotel firenze hotel lago di garda casa vacanze salento agriturismo frosinone casale umbria hotel maremma toscana hotel dolomiti hotel valle cadore albergo firenze

RECOMMENDED

L’International Planetarium Society in Val d’Ega

San Valentino in Campo non è soltanto una ridente località della Val d’Ega ma, soprattutto, ospita il prestigioso osservatorio astronomico dell’Alto Adige, sede del primo Astrovillaggio d’Europa. In questi giorni, grazie alla scelta del presidente dell’IPS, Thomas Kraupe, colpito dalla bellezza del posto, questo prestigio viene amplificato in quanto si sta riunendo il consiglio direttivo dell’International Planetarium Society per l’annuale riunione. Provenienti da 4 Continenti (Australia, America, Asia ed Europa) ben 35 partecipanti discutono sul futuro die planetari e dei loro programmi innovativi in un contesto legato a uomo e cosmo. Durante la conferenza si dovrà decidere quale sarà la sede della prossima conferemza mondiale. In ballo ci sono ben tre città che si sono candidate, ovvero Varsavia per la Polonia, Toulouse per la Francia e Edmonton per il Canada. Tutto sembra andare per il meglio durante questi giorni tra le meraviglie naturali delle Dolomiti, non a caso patrimonio mondiale dell’UNESCO, colpiti, anche, dal bellissimo osservatorio dove, in uno spazio ristretto e ben organizzato, è possibile usufruire di interessanti infrastrutture, come il planetario, l’osservatorio solare e il sentiero dei pianeti, in una perfetta ed equilibrata alternanza tra tradizione e modernità. Molto ben strutturata l’accoglienza che l’amministrazione comunale di Cornedo, con in testa il sindaco Thomas Kraupe, ha offerto agli illustri ospiti, con un programma di contorno che prevedeva, anche, la visita al prestigioso museo archeologico di Bolzano, nel centro della bellissima città, dove Ötzi, l’Uomo venuto dal ghiaccio, ed il suo equipaggiamento rappresentano il fulcro dell’esposizione. Per il pranzo è stato il monumentale Catinaccio a far da cornice, a Malga Moser, ai prodotti tipici della cucina altoatesina, mentre la cena è stata servita presso il Castello di Cornedo che si erge poco ad est di Bolzano, su uno sperone roccioso all’ingresso della Val d’Ega. Sia il canadese Steve Baker che il cinese Jin Zhu sono rimasti esterrefatti dalla bellezza die posti, vanto di una popolazione che ha da sempre amato e rispettato la sua terra. Anche l’osservatorio ha destato molto interesse per le sue sofisticate e moderne caratteristiche che permettono, anche in condizioni meteo avverse, a sondare la volta celeste fornendo dati di grande importanza. Una simulazione del cosmo straordinaria con nuovissimi sistemi planetari digitali „Digistar 5“della Evans&Sutherland (Salt Lake City, USA) per un’esperienza globale ed unica. La cupola fulldome per la proiezione di immagini in movimento si può riscontrare solo in selezionatissimi planetari in tutto il mondo. Raggiante il sindaco di San Valentino in Campo, Albin Kofler, che così si è espresso: “Per noi è motivo di orgoglio poter accogliere astronomi ed esperti provenienti da 30 nazioni del mondo qui a San Valentino in Campo e vedere con quale entusiasmo hanno salutato il nostro nuovo planetario e l’Alto Adige”. Il meeting internazionale vuole essere anche l’inizio di una lunga collaborazione dell’osservatorio astronomico dell’Alto Adige con l’IPS; “è infatti previsto lo sviluppo di un centro di formazione per collaboratori di planetario presso San Valentino in Campo, la IPS Summer School” ha affermato il sindaco. E noi ci crediamo, perché la Val d’Ega è anche questo.









No Response to “L’International Planetarium Society in Val d’Ega” »

No comments yet.

RSS feed for comments on this post. TrackBack URI

Leave a comment

You must be logged in to post a comment.